heyoka-sanità informazione-guida heyoka alle spiagge accessibili-spiagge accessibili d'italia-disabilità positiva

La guida alle spiagge accessibili di Heyoka ospite a Sanità Informazione

La guida Heyoka dedicata alle spiagge accessibili d’Italia – disponibile gratuitamente nella nostra sezione dedicata – fa notizia. La redazione di Sanità Informazione, infatti, personificata da Diana Romersi e Davide Michelangeli, ha incontrato quella di Heyoka. Il motivo? Condividere, appunto, il nostro lavoro in merito ai lidi inclusivi.

L’intervista sulla guida Heyoka di Sanità Informazione

Sanità Informazione è un periodico di approfondimento legato ai temi della sanità e della salute. Oltretutto, è il primo videogiornale riguardante la sanità italiana. Una realtà le cui telecamere hanno varcato le porte della nostra redazione per conoscere Heyoka, la nostra mission e la guida alle strutture balneari inclusive. Insomma, per approfondire nel dettaglio il dietro le quinte del nostro lavoro.

“Siamo partiti da guide che avevamo controllato già negli anni precedenti e abbiamo cercato di capire quali tra i nominativi presenti fossero ancora attivi – ha raccontato Fabiola Spaziano, la nostra direttrice artistica, nell’intervista di Sanità Informazione -, quali tipi di servizi offrissero e se avessero una pagina web o un social media. Dove non abbiamo avuto risposta o la possibilità di verificare che il servizio era effettivamente presente, l’abbiamo depennato”.

“Nella nostra lista – ha aggiunto Spaziano – ci siamo resi conto che alcune Regioni seguono quelle che sono le indicazioni di legge per far sì che gli stabilimenti siano accessibili a chiunque e soprattutto a chi ha disabilità. Questo però solo in alcune Regioni; in altre non c’è questo tipo di attenzione”

Il sopralluogo presso una spiaggia accessibile di Anzio

Il reportage condotto da Sanità Informazione è poi proseguito all’interno di una spiaggia accessibile di Anzio, presente nella guida. Si tratta de “La Girandola Beach”, un luogo dedicato esclusivamente alle persone con disabilità. Attrezzata a regola d’arte, questa realtà laziale rappresenta un punto di riferimento importante per comprendere quali caratteristiche rendono una struttura balneare sufficientemente integrativa.

Related Posts

Leave a Reply

Site Menu